Antico Molino Patregnani

molino-2

Raccolta di testimonianze di vita contadina

Intitolata “Antico Molino Patregnani – Le stanze dell’olio, del vino e della farina”, questa raccolta si trova in un edificio storico: negli ambienti originali che per lunghissimo tempo hanno servito il territorio, facendo da punto di riferimento per prodotti essenziali come la farina, l’olio e il vino, sono esposti oggetti e strumenti usati per il lavoro quotidiano.
Visibili al pubblico sono le macine in pietra del frantoio, in funzione fino agli anni ’90 e le molto pù antiche macine del molino.

Le famiglie Patregnani e Sabbatini che hanno ereditato il complesso, hanno deciso negli ultimi anni di togliere la polvere accumulata nel tempo, per valorizzare un pezzo di patrimonio che costituisce le nostre radici storiche.
Ufficialmente aperta al pubblico per la prima volta nel maggio 2013, la raccolta viene costantemente arricchita, giorno dopo giorno, dal paziente lavoro dei proprietari.

Questo pezzetto di patrimonio storico-culturale aspetta soltanto di essere apprezzato da curiosi visitatori che verranno riportati indietro nel tempo, all’epoca in cui la vita era sicuramente più faticosa ma anche meno frenetica e forse più serena.
Alla base della decisione di trasformare questo luogo storico in un museo c’è sicuramente la volontà di rendere giustizia al mondo contadino da cui tutti proveniamo e a cui dobbiamo riconoscenza: un tipo di società solidale e coesa all’interno di famiglie molto spesso patriarcali, nel difficile contesto della mezzadria. Ma forte è anche la volontà di creare una preziosa opportunità per i più piccoli di venire a contatto con un mondo che costituisce anche le loro radici.

Nelle stanze di questa raccolta di oggetti sarà possibile ammirare quelle macine a pietra, tanto antiche da risalire addirittura al Medioevo che grazie alla forza delle acque, deviate dal fiume Cesano, trasformavano i prodotti agricoli in farine di grano, di orzo, di mais…

E sarà possibile capire come si otteneva l’olio extravergine di prima spremitura con sistema a freddo, ammirando i locali dove le drupe violacee si trasformavano nel prezioso e salutare condimento. Un’ulteriore locale serve ad illustrare il funzionamento delle attrezzature per la trasformazione delle uve nel nettare di Bacco.

E alla fine di questo viaggio nel tempo, la quiete della campagna attende i visitatori, per una passeggiata a piedi o in bicicletta fino al fiume, lungo l’anello ciclo-pedonale o un po’ di riposo sul prato verde, all’interno dell’aula verde.
Infatti nell’ampio spazio circostante il mulino sono state piantumate numerose specie arboree, tutte identificabili dai cartellini apposti su ogni albero. Con una piacevole passeggiata si possono così osservare tante diverse piante, con le loro caratteristiche, valorizzate specialmente attraverso i laboratori per bambini e ragazzi.

molino-6

Per informazioni:

Località: Madonna del Piano, 112 – Corinaldo (AN). Visualizza la mappa

Sito Internet: www.anticomolinopatregnani.it

Email: francescoferroni@alice.it

Telefono: +39 071 67230 (Francesco e Maria Angela)

 

Dal febbraio 2014 si è costituita l’Associazione di promozione sociale Il molino racconta, nata allo scopo di organizzare eventi e attività per grandi e piccoli presso la raccolta.
Ingresso previa sottoscrizione della tessera associativa annuale.
Aperto nei fine settimana durante il periodo primaverile ed estivo.
Consultate il sito web del mulino per tutte le informazioni aggiornate.
Per le scuole che fossero interessate a visite guidate durante la settimana, l’associazione è disponibile, oltre che in estate, anche nei mesi di maggio, giugno, settembre e ottobre.
Contattate i referenti per ulteriori informazioni e per fissare una visita.

molino-1